Osteocondrosi del rachide cervicale: diagnosi e trattamento

Dolore con osteocondrosi cervicale

Hai mal di schiena e intorpidimento agli arti? Questi sono i primi segni di osteocondrosi. Mobilità insufficiente nello stile di vita, lavoro sedentario, stress sul collo e sulla colonna vertebrale portano tutti al fatto che la cartilagine si consuma e perde umidità, a seguito della quale compaiono microfessure.

Con l'osteocondrosi cervicale, si verificano cambiamenti degenerativi nei dischi intervertebrali. Non solo i dischi intervertebrali sono danneggiati, ma anche le vertebre e le articolazioni del rachide cervicale. Se la malattia non viene curata per lungo tempo, il benessere generale del paziente si deteriora: mal di testa costante, comparsa di una frattura vertebrale, deterioramento della circolazione cerebrale, a seguito della quale le funzioni cognitive diminuiscono.

Le ragioni per lo sviluppo dell'osteocondrosi

Una posizione seduta errata è la ragione per lo sviluppo dell'osteocondrosi

Una posizione seduta impropria, in cui il collo è tirato in avanti, porta allo sviluppo del cancro cervicale. In questo caso, c'è una pressione eccessiva sui dischi intervertebrali, che porta a cambiamenti nel nucleo polposo e compressione dei vasi sanguigni. Questa è la posizione che una persona occupa davanti a un computer sul posto di lavoro. Pertanto, gli impiegati sono più spesso esposti allo sviluppo dell'osteocondrosi del rachide cervicale.

Inoltre, le ragioni per lo sviluppo della patologia possono essere:

  • distribuzione errata del carico durante il trasporto di borse;
  • un posto eccessivamente morbido per dormire (la colonna vertebrale si piega in modo innaturale);
  • predisposizione genetica;
  • Mancanza di vitamine e minerali nella dieta;
  • Disturbi del sistema endocrino;
  • Curvatura della colonna vertebrale e cattiva postura durante la crescita attiva del corpo;
  • Lesioni alle vertebre cervicali;
  • la presenza di cattive abitudini.

Fasi della malattia

Per determinare se i sintomi del dolore sono segni di sviluppo di osteocondrosi del rachide cervicale e in quale fase si sta sviluppando la malattia, solo un medico esperto può farlo dopo l'esame e la palpazione. Nel complesso, l'osteocondrosi cervicale attraversa quattro fasi di sviluppo:

  1. Nucleo polposo: la parte centrale del disco intervertebrale nel primo stadio è moderatamente disidratata. Di conseguenza, le funzioni di supporto e di assorbimento degli urti dei dischi intervertebrali vengono gradualmente perse. Nella prima fase, proverai dolore con movimenti improvvisi, ipotermia e una lunga permanenza in una posizione.
  2. Il secondo stadio di sviluppo è caratterizzato dalla comparsa di congestione e spasmi, che comprimono i capillari e i vasi sanguigni e impediscono il normale flusso sanguigno. Di conseguenza, lo scheletro del disco intervertebrale diventa più sottile e forma una protrusione (protrusione in avanti o all'indietro). Sotto l'influenza di un carico eccessivo sulle vertebre cervicali, si formano otseofite - si formano escrescenze ossee. Le sensazioni di dolore sono localizzate in un punto, con curve strette e inclinazioni della testa, possono comparire lussazioni delle vertebre cervicali.
  3. L'assottigliamento dei dischi intervertebrali crea estrusioni. Il bordo del nucleo polposo rompe l'anulus fibroso e si estende oltre i bordi del corpo vertebrale. I muscoli e le terminazioni nervose sono compressi. Sente dolore al collo, alla schiena e agli arti.
  4. Nella quarta fase della malattia, i dischi intervertebrali vengono spostati e si formano ernie centrali e laterali. Inoltre, si formano cicatrici sui dischi intervertebrali, che causano l'immobilità dell'articolazione interessata. Il paziente soffre di mal di schiena persistente che si irradia ad altre parti del corpo, una costante sensazione di affaticamento e un'asimmetria delle parti del tronco.

Sintomi dell'osteocondrosi cervicale

Dolore al collo e alla schiena

I sintomi dell'osteocondrosi del rachide cervicale si manifestano in modi diversi, a seconda dello stadio di sviluppo della patologia. Nelle prime fasi, può andare avanti con poco o nessun segno. Il dolore al collo e alla schiena può verificarsi solo con permanenza prolungata in una posizione, forte inclinazione o rotazione.

Nelle fasi successive dello sviluppo, si può sentire uno scricchiolio nella colonna vertebrale, il dolore alla schiena si verifica in altre estremità, c'è intorpidimento delle parti del corpo. Nella formazione di osteofiti ed estrusioni ci sono:

  • Mal di testa nella parte posteriore della testa e nella parte parietale;
  • Disturbi del linguaggio e intorpidimento della lingua;
  • diminuzione della sensibilità della pelle del collo;
  • Disturbi respiratori;
  • Calo della pressione sanguigna;
  • Disturbi del battito cardiaco;
  • Rumore e congestione nelle orecchie;
  • Svenire.

I sintomi dell'osteocondrosi del rachide cervicale sono molto più pronunciati nelle donne che negli uomini. Ciò è dovuto al fatto che le donne sono predisposte a malattie vascolari e una struttura più fragile dei segmenti ossei della colonna vertebrale. I sintomi della malattia compaiono quando i dischi intervertebrali cambiano. Ciò porta a un'interruzione del normale flusso sanguigno e provoca forti mal di testa, vertigini e nevrosi. Il peggioramento della malattia nelle donne si verifica spesso durante la menopausa, quando il corpo è esposto a cambiamenti nel background ormonale.

I sintomi dell'osteocondrosi cervicale negli uomini sono simili a quelli delle donne, la disfunzione erettile può essere osservata separatamente.

Il mal di testa nell'osteocondrosi cervicale è causato da un flusso sanguigno alterato al cervello e al midollo spinale. Quando le vertebre si muovono, pizzicano le arterie e i livelli di ossigeno nel sangue diminuiscono. Sfortunatamente, anche dopo aver assunto forti antidolorifici, questo dolore non può scomparire. Pertanto, è importante adottare un approccio globale per risolvere il problema. Le vertigini con osteocondrosi cervicale possono essere accompagnate da oscuramento degli occhi e comparsa di acufene. Questo perché i muscoli spasmodici diminuiscono l'apporto di ossigeno al cervello.

Sono comuni un nodo alla gola con osteocondrosi del rachide cervicale, così come sensazione di bruciore, mancanza di respiro e crampi muscolari. La malattia provoca la compressione delle fibre nervose nel rachide cervicale sulla testa e sul collo. I disturbi negli impulsi nervosi causano mal di gola.

La pressione sanguigna aumenta a causa di spasmi nei vasi sanguigni e irritazione delle terminazioni nervose. L'aumento della pressione inferiore nell'osteocondrosi indica che l'afflusso di sangue a determinate aree del cervello è compromesso poiché l'arteria vertebrale viene compressa dai dischi intervertebrali. Di conseguenza, si verifica la carenza di ossigeno e la pressione sanguigna aumenta.

Come viene diagnosticata l'osteocondrosi del rachide cervicale?

Risonanza magnetica per diagnosticare l'osteocondrosi cervicale

La diagnosi della patologia inizia con una consulenza professionale. Alle prime manifestazioni di osteocondrosi, consultare un reumatologo, un neuropatologo, un chirurgo o un traumatologo ortopedico. Il medico ti chiederà i sintomi e la frequenza della loro manifestazione. Dovrai fornire allo specialista una storia medica completa e i risultati di studi precedenti (se presenti). Lo specialista esegue un esame visivo e la palpazione e li invia per l'analisi. Durante l'esame, il medico presta particolare attenzione alla mobilità del collo, al tono muscolare e alla sensibilità cutanea e individua le zone più dolorose.

Per identificare le condizioni di muscoli, legamenti, vasi sanguigni, rilevare processi infiammatori o tumori, viene prescritto un metodo diagnostico informativo e sicuro: la risonanza magnetica del rachide cervicale. Durante una risonanza magnetica per osteocondrosi, il paziente giace supino su uno speciale tavolo allungabile. I rulli sono posizionati sulla testa del paziente per alleviare la tensione muscolare e gli arti sono tenuti in posizione con cinghie. Qualsiasi leggero movimento durante la procedura può influire sulla qualità del risultato. Successivamente, il tavolo si sposta nell'area della tomografia. La procedura non causa dolore. Il tomografo fa molto rumore durante la scansione, quindi puoi usare le cuffie per evitare di sentirti a disagio.

Quando la risonanza magnetica è controindicata, esistono altri metodi diagnostici come la tomografia computerizzata e la radiografia. I raggi X sono adatti solo per la diagnosi primaria e non forniscono un'immagine stratificata del tessuto interessato. Tuttavia, questo studio è il più semplice ed economico, che consente di esaminare il corpo del paziente in diverse proiezioni. A causa dell'esposizione del corpo alle radiazioni, i raggi X non devono essere eseguiti frequentemente.

Durante la tomografia computerizzata, la scansione viene eseguita utilizzando uno o più fasci di raggi ionizzanti. Passano attraverso il corpo umano e vengono registrati da rilevatori. I rilevatori si muovono in direzioni opposte lungo il corpo del paziente e registrano fino a 6 milioni di segnali. Nell'immagine vengono rappresentati tessuti di diversa densità con una precisa definizione dei confini degli organi e delle aree interessate sotto forma di sezione. Questa procedura ti darà un'immagine sovrapposta.

Trattamento dell'osteocondrosi del rachide cervicale

Neuropatologo che determina il trattamento dell'osteocondrosi del rachide cervicale

Come trattare l'osteocondrosi cervicale è determinato solo dopo l'esame da parte di un medico che studia la storia medica e riceve i risultati della diagnostica hardware. Se la malattia è stata diagnosticata in una fase precoce, il trattamento è conservativo. Quando si cura l'osteocondrosi, è importante aderire a un approccio integrato: assumere farmaci, impegnarsi in terapia fisica, eseguire massaggi terapeutici ed evitare sforzi fisici pesanti.

Prima di tutto, devi fermare il dolore. Per questo, vengono prescritti analgesici e antidolorifici locali. In caso di forti spasmi muscolari, è obbligatorio indossare un collare ortopedico. Dopo che la sindrome del dolore è stata eliminata, è necessario interrompere il processo infiammatorio e ripristinare la normale circolazione sanguigna. A tale scopo viene eseguita una terapia antiossidante e antinfiammatoria. Come misure aggiuntive, vengono prescritti esercizi terapeutici e nuoto. Puoi fare sport a casa e con un allenatore.

Se l'osteocondrosi diventa grave, il medico può prescrivere un intervento chirurgico. In rari casi, si ricorre alla chirurgia se la patologia si sviluppa sullo sfondo di altre malattie: scoliosi, ernia del disco, curvatura o spostamento della colonna vertebrale, lesioni.

Il trattamento per l'osteocondrosi cervicale nelle donne non è molto diverso dal trattamento negli uomini. Tuttavia, i medici raccomandano spesso alle donne di utilizzare impacchi esterni per riscaldarsi e rafforzare i muscoli del collo.

Fin dalla tenera età, gli esperti raccomandano di studiare la prevenzione di varie malattie della schiena. Per fare ciò, è necessario mantenere una postura corretta mentre si cammina e alla scrivania. Un'adeguata alimentazione e un adeguato rafforzamento dei muscoli della schiena aiuteranno a evitare conseguenze negative in futuro.